domenica 18 novembre 2018
  • Bandiera Italiana
  • English flag

Mimmo Calmo, L'incubo della pala insanguinata

Un'accorata denuncia dell'alterazione del territorio portata dalla costruzione delle gigantesche pale eoliche industriali

Mimmo Calmo, L'incubo della pala insanguinata
quantità: Prezzo: 5 € (iva inclusa)

In questo racconto Mimmo Calmo ha voluto farci vedere, prestandoci i suoi occhi visionari, una pala in funzione durante una giornata che annuncia tempesta - un evento meteorologico assolutamente reale e ordinario. L'ha fatto ricorrendo istintivamente al genere letterario della Bildbeschreibung ("descrizione di un'immagine"), tema o esercizio di scrittura che nelle scuole tedesche veniva proposto agli studenti - magnificamente ripreso da autori come Peter Weiss, Johannes Bobrowski, Heiner Mueller.

Abbiamo quindi chiesto a Rocco Lombardi, noto disegnatore sensibile alle tematiche ambientali, di leggerlo e, se gli andava, di illustrarlo.

Dalla nota dell’editore:
… nella lettera in cui mi presentava il suo testo Mimmo ha scritto: «credo che l'incubo, prima come sogno e poi come testo, mi sia venuto per reazione, perché negli ultimi anni abbiamo visto troppe pale bianche stagliarsi su cieli azzurri e prati verdi, con bimbi sorridenti e animali al pascolo. E il sonno della ragione, si sa, genera mostri».
È quel "troppe" che mi ha invitato a riflettere: nell'uniformità delle immagini ricorrenti Mimmo ha intuito che si nascondeva una menzogna. Dove si crea uno stereotipo, la falsità è subito servita. Lui è andato a vedere, e ha scoperto che nella realtà quel quadro idilliaco, quel bianco-verde-azzurro, che gioca a rimpiazzare il nero delle ciminiere e dei disastri ambientali causati dal petrolio, nasconde sbanchi di montagne, dissesti idrogeologici, cavidotti, devastazioni su larga scala del paesaggio e dei suoi abitanti (e nel 2016 possiamo aggiungere interessi mafiosi, riciclo di denaro e altre malignità). Immagini peraltro senza controparte, perché dall'altro lato non si leva alcuna voce: la questione è lunga ed è stata a lungo trattata da ambientalisti e paesaggisti - e, tolti i casi in cui silenzio e/o approvazione sono stati comprati con la complicità, si può riassumere nella constatazione della non rappresentabilità del danno eolico (mentre ormai da ogni parte esperti e competenti riconoscono che «l'energia pulita non esiste»).

Per informazioni sulla lotta contro l'eolico industriale si visiti il sito della
Rete della Resistenza sui Crinali.

fuoricollana
Un foglio A3 piegato + una cartolina come cover e una cartolina libera
Formato: 15x10 cm Tiratura: 200 copie numerate a mano
prezzo: 5 euro, ottobre 2012
No ISBN

Visualizzazioni: 814
Richiedi informazioni
Richiedi ulteriori informazioni senza impegno
  • Digita il codice di controllo
  • (*) I campi contrassegnati con l'asterisco sono obbligatori.
Privacy Policy
Questo sito o gli strumenti terzi da questo utilizzati si avvalgono di cookie necessari al funzionamento ed utili alle finalità illustrate nella cookie policy. Se vuoi saperne di più o negare il consenso a tutti o ad alcuni cookie, consulta la cookie policy.
Chiudendo questo banner, scorrendo questa pagina, cliccando su un link o proseguendo la navigazione in altra maniera, acconsenti all’uso dei cookie.
Maggiori informazioniOK
- A +