martedì 28 settembre 2021
http://www.edizionimontaonda.it/eventlistenerpagonline.asp
  • Bandiera Italiana
  • English flag

Giovanni Brussato, ENERGIA VERDE? PREPARIAMOCI A SCAVARE

I costi ambientali e sociali delle energie rinnovabili

Giovanni Brussato, ENERGIA VERDE? PREPARIAMOCI A SCAVARE
quantità: Prezzo: 20 € (iva inclusa)
collana Panorami, 05 
formato 15 x 21, pp. 246 
ISBN 9788898 186495 
15 marzo 2021 - euro 20,00 
E-BOOK:  euro 9,99  sulle principali piattaforme

Una decarbonizzazione rapida e profonda in tutto il mondo è lo scenario elaborato 
dalla IEA (International Energy Agency) per riuscire a contenere l’aumento 
delle temperature medie nel modo più rapido possibile, e prevede l’impiego 
massiccio delle tecnologie conosciute come green: pannelli fotovoltaici, impianti 
eolici, sistemi di accumulo e mobilità elettrica. La costruzione di questi dispositivi 
richiederà enormi quantità di risorse non rinnovabili. Per sostenere la richiesta 
la World Bank stima che nei prossimi 25 anni sarà necessario estrarre 3,5 miliardi 
di tonnellate di metalli, una quantità colossale: estrarremo più rame nel prossimo 
quarto di secolo che in 5000 anni di storia dell’umanità. La carenza di efficaci 
tecnologie per il riciclo dei materiali provenienti dall’obsolescenza dei dispositivi 
comporterà inoltre la produzione di enormi quantità di rifiuti. L’autore analizza 
gli impatti di simili obbiettivi su più livelli. Dal punto di vista estrattivo realizza 
un percorso attraverso il Pianeta per descrivere gli impatti ambientali e sociali 
dell’industria mineraria, dai boschi dell’Alaska alla foresta andina ecuadoregna, 
dal deserto di Atacama all’isola di Sulawesi, fino a prendere in considerazione 
l’intenzione, già avanzata da più parti, di sfruttamento minerario dei fondali 
oceanici. Descrive quindi le principali conseguenze legate all’attività estrattiva: 
dal drenaggio acido, che contamina le risorse idriche, ai potenziali disastri legati 
alle dighe di sterili, come quelli avvenuti di recente in Brasile, alle diverse 
conseguenze dell’estrattivismo sulle popolazioni locali. Ma in particolare 
la verità scomoda è che la maggior parte dei metalli viene e verrà consumata 
dai cittadini di una manciata di nazioni ricche, mentre le conseguenze 
ambientali, sociali e culturali, ricadono e sempre più ricadranno sulle popola-
zioni delle nazioni povere da cui vengono estratti. Completano l’analisi consi-
derazioni di carattere geopolitico, che evidenziano come queste materie prime 
critiche, fondamentali per centrare gli obbiettivi degli Accordi di Parigi 
sui cambiamenti climatici, comportino una dipendenza nelle forniture da Paesi 
in diretta competizione per i medesimi obiettivi, come la Cina, evidenziando 
come la dipendenza attuale dai combustibili fossili verrà sostituita 
da una dipendenza dalle materie prime.

Giovanni Brussato - Ingegnere minerario, ha sviluppato software ed algoritmi per la coltivazione mineraria, la valutazione dell’impatto visivo delle opere sul territorio e la realizzazione di una delle prime banche dati ambientali. È collaboratore scientifico dell’Astrolabio la newsletter di Amici della Terra.



Visualizzazioni: 1367
© Edizioni Montaonda
P.IVA: 06139310483
powered by Infonet Srl Piacenza
Privacy Policy
Questo sito o gli strumenti terzi da questo utilizzati si avvalgono di cookie necessari al funzionamento ed utili alle finalità illustrate nella cookie policy. Se vuoi saperne di più o negare il consenso a tutti o ad alcuni cookie, consulta la cookie policy.
Chiudendo questo banner, scorrendo questa pagina, cliccando su un link o proseguendo la navigazione in altra maniera, acconsenti all’uso dei cookie.
Maggiori informazioniOK
- A +